Casa » Salute » Quinta malattia (eritema infetto)
Salute

Quinta malattia (eritema infetto)

Quinta malattia (eritema infetto)

Che cos’è?

La quinta malattia, nota anche come eritema infettivo, è una comune infezione virale tra i bambini in età scolare. È causata dal parvovirus B19, che si diffonde attraverso il contatto diretto con liquidi o muco dal naso o dalla bocca di una persona infetta. La quinta malattia causa un’eruzione cutanea “rossa schiaffeggiata” che non appare finché una persona infetta non è più contagiosa. La quinta malattia di solito è una malattia lieve e alcune persone che sono infette potrebbero non rendersi conto di averlo.

Le epidemie di quinta malattia si verificano tipicamente alla fine dell’inverno e all’inizio della primavera. Quando si verificano epidemie tra gli scolari, dal 10% al 60% dei bambini suscettibili può sviluppare sintomi. Il parvovirus B19 infetta solo gli esseri umani e non è lo stesso del parvovirus che infetta i cani.

Sintomi

A volte, la quinta malattia non causa alcun sintomo. Quando si manifestano i sintomi, possono includere sintomi lievi di raffreddore (naso chiuso, naso che cola, lieve febbre), dolori muscolari, mal di testa e affaticamento. Questi sintomi passano dopo tre o quattro giorni e sono seguiti principalmente nei bambini da un’eruzione cutanea che è di colore rosso vivo e di solito inizia sulle guance (la “guancia schiaffeggiata”). Questo rash facciale è seguito da una eruzione cutanea piatta che appare su braccia, gambe, tronco e glutei. L’eruzione a chiazze può prudere e può durare da alcuni giorni a diverse settimane prima che svanisca. Anche dopo l’eruzione cutanea, a volte può riapparire se la pelle è irritata da sfregamento, calore, freddo, esercizio fisico o esposizione alla luce solare.

Gli adolescenti e gli adulti con la quinta malattia possono non presentare alcun sintomo o possono sviluppare il tipico rash, dolori articolari e gonfiore (più spesso a nocche, polsi e ginocchia) o entrambi.

I bambini che hanno disturbi del sangue, come l’anemia falciforme e l’anemia emolitica, e quelli con deficienza immunitaria o cancro raramente ottengono l’eruzione della quinta malattia. Al contrario, possono sviluppare un’anemia grave (non abbastanza globuli rossi) a causa dell’infezione da parvovirus B19. I sintomi possono includere pallore, respiro rapido, polso rapido, febbre e malessere (una sensazione di malessere generale).

Diagnosi

Di solito, il medico può diagnosticare la quinta malattia osservando la tipica “guancia schiaffata” senza febbre o altri segni di malattia. La quinta malattia viene diagnosticata raramente prima che compaia l’eruzione cutanea, poiché potrebbero non esserci sintomi precoci o sono lievi e non specifici. In rari casi vengono effettuati esami del sangue per cercare anticorpi specifici contro il parvovirus B19. Gli anticorpi sono proteine ​​prodotte dal sistema immunitario per aiutare a proteggere il corpo da virus o altri invasori. Il virus stesso, o il suo DNA virale (mappa genetica), può anche essere rilevato nel sangue di alcuni pazienti.

Durata prevista

La quinta malattia di solito scompare entro tre settimane, ma l’eruzione potrebbe durare più a lungo. Sebbene i dolori articolari negli adolescenti possano durare poche settimane o mesi, in genere non ci sono problemi articolari a lungo termine.

Prevenzione

La quinta malattia si diffonde nelle goccioline di tosse e starnuti, sui tessuti sporchi, sui bicchieri e sugli utensili da cucina. È difficile evitare l’esposizione alla malattia, perché la quinta malattia è più contagiosa da tre a 14 giorni prima che compaia la caratteristica eruzione cutanea. Durante questo periodo, la maggior parte delle persone infette non sa di essere malata e capace di diffondere la propria malattia agli altri.

Quando si verificano epidemie di quinta malattia in una comunità, lavarsi frequentemente le mani può aiutare a prevenire la diffusione della malattia. È particolarmente importante lavarsi le mani prima di mangiare e dopo aver toccato oggetti contaminati (tessuti sporchi, bicchieri, utensili per il consumo). Attualmente non esiste un vaccino approvato contro la quinta malattia, sebbene sia in corso la sperimentazione di almeno un vaccino.

Trattamento

Poiché la quinta malattia è una malattia lieve, di solito non richiede alcun trattamento. Assistenza domiciliare per un bambino i cui rash prurito possono includere bagni di farina d’avena o altri trattamenti da bagno da banco. Gli adolescenti con dolori articolari possono essere trattati con antidolorifici da banco come il paracetamolo (Tylenol e altri) o l’ibuprofene (Advil, Motrin e altri). L’aspirina non deve mai essere somministrata a bambini con febbre o malattia simil-influenzale, compresa la quinta malattia, a causa del rischio di sindrome di Reye, un grave problema cerebrale che si sviluppa in alcuni bambini che hanno avuto alcune malattie virali e sono stati trattati con l’aspirina.

I bambini e gli adulti con disturbi del sangue (anemia falciforme, anemia emolitica) e bambini con tumore o deficienza immunitaria sono a maggior rischio di gravi malattie a causa della quinta malattia. I pazienti con una deficienza immunitaria possono ricevere immunoglobuline per via endovenosa (IVIG) che contengono anticorpi contro il parvovirus B19.

Quando chiamare un professionista

Chiamate il vostro medico se voi o vostro figlio sviluppate un’eruzione facciale, specialmente se vostro figlio ha una malattia del sangue o una deficienza immunitaria, o è in cura per cancro. Inoltre, chiami il medico se un bambino con una quinta malattia diagnosticata in precedenza sviluppa febbre o dolore articolare aumentato.

Le donne incinte che ritengono di essere state esposte alla quinta malattia o che sviluppano un’eruzione cutanea dovrebbero chiamare immediatamente i loro medici. Sebbene la quinta malattia nella madre di solito non minacci il nascituro, la quinta malattia in rari casi può causare aborto o anemia fetale.

Prognosi

In precedenza le persone sane di solito si riprendono completamente dalla quinta malattia in poche settimane.